Hamburger gourmet senza nichel

La base di un'ottima cucina è rappresentata da ottimi ingredienti e molto spesso di una moderata, minima trasformazione.
E' vero che per noi il doversi inventare sempre nuove preparazioni con un numero limitato di ingredienti è difficile, a volte frustrante...ma a volte dipende da come ci si approccia all'ingrediente.
Se abbiamo a che fare con un ingrediente considerato povero o basico, come un petto di pollo, bisogna trasformarlo in qualcosa di gustoso e non ripetitivo.
Altre volte è semplice, con un boquet di ingredienti di alta qualità, tirar fuori qualcosa di speciale.
Ecco perchè ho chiamato questo hamburger "Gourmet": non perchè sia preparato da un grande chef o sia inaccessibile alle cucine casalinghe, ma perchè una scelta azzeccata di sapori e consistenze può trasformarsi in un 'esplosione di gusto.
Del fantastico pane con lievito madre ne abbiamo già parlato (se ti chiedessi come ottenere il lievito madre quarda qui) da piastrare per renderlo croccante all'interno.
Poi semplicemente basta farsi tritare un bel pezzo di scottona, arricchirlo con del caprino semi-stagionato che da sapidità e sgrassare con l'indivia belga alla griglia. E che sia un hamburger gourmet senza nichel non si era ancora specificato!

  • Dose per

    1 persona
  • Preparazione

    10 minuti
  • Cottura

    10 minuti
  • Liv. Nichel

Preparazione

  1. Prepara l' hamburger unendo la carne tritata, l'uovo, il Parmigiano e un goccio di latte. Aggiusta di sale. Cuoci in padella a fuoco alto, girando di tanto in tanto.
  2. Taglia l'indivia verticalmente e saltala con un goccio di olio evo.
  3. Farcisci il panino con l'hambourger, le fette sottili di caprino e l'indivia... E' già pronto!

Note

Se vuoi arricchire ancora di più il gusto della carne puoi irrorarla con una riduzione di vino rosso amabile, come una malvasia, o anche con un primitivo di Trani

Valuta

Voti: 2
Valutazione: 4.5
You:
Rate this recipe!

Commenta

  • (will not be published)

Una ricetta di

Close
Classe 1984, amante del cibo e della buona cucina. Da dieci anni a questa parte, sono diventata un’a...